Istat. In Italia pochi laureati.

Il rapporto Istat 2017 sui “Livelli d’istruzione della popolazione e i ritorni occupazionali” parla chiaro:
solo il 26,9% della popolazione italiana possiede un titolo di studio universitario.

L’Italia è quindi penultima in Europa per numero di laureati.
Dopo, solo la Romania.

I dati ci parlano di 1 laureato su 4 tra i 30 e i 34 anni, in maggior numero donne. Siamo quindi molto lontani dall’obiettivo Europa 2020 di arrivare al 40% della popolazione laureata.

Sopra di noi le grandi potenze europee.

Coincidenze?


Cultura direttamente o indirettamente proporzionale allo sviluppo economico?


Cultura ed economia sembrerebbero due poli opposti ma …

…. possiamo dire sia solo una coincidenza la contemporaneità della crisi economica che continuiamo a vivere con un numero di ragazzi laureati che stenta a decollare?

La cultura porta il sapere, il sapere porta competenza, la competenza porta progresso e crescita tecnica ed economica e non solo. Pensiamo banalmente ai classici Corsi di Laurea e alle categorie economiche a cui possiamo ricollegarli.

Turismo: chi se non i laureati e specializzati in in beni culturali e turismo possono portare lustro, possono sapere come valorizzare le bellezze d’Italia e garantire la permanenza di turisti anche stranieri?

Ingegneria e tecnologia: alte conoscenze in area ingegneristica ci consentono di progettare idee che ancora non esistono.

Diritto: lo sviluppo passa anche dalla legalità. Il rispetto dei diritti e la coscienza legale portano ad uno sviluppo imprenditoriale sicuro e non corrotto.

Educazione e formazione: in generale l’educazione e la comprensione dell’altro da sé coltivano le nuove generazioni.

Economia: è imprescindibile che conoscenze economiche di livello superiore portano ad una gestione imprenditoriale di livello superiore.


Democratizzazione del sapere. Perchè aprire il sapere a tutti?


La necessità è quella di promuovere l’inclusione didattica, far sì che il sapere sia alla portata di tutti.

Perché questo possa dare modo ai nostri giovani di creare la propria coscienza critica verso il mondo, perché possano vivere i cambiamenti e non farsi travolgere; possano prendere le proprie decisioni da persone informate e preparate…

..e perché la laurea premia ancora!

È provato che i laureati in possesso di un titolo magistrale abbiamo maggiori possibilità lavorative nel lungo periodo, sia in termini di qualità di posizioni lavorative, che di sopravvivenza imprenditoriale sul mercato del lavoro, anche rispetto ai laureati in possesso di solo titolo triennale.

Passo importante per l’inclusione didattica è per noi la possibilità di accedere ai corsi di Laurea senza la necessità di dover sostenere un test d’ingresso.

Un test che crei sbarramento tra coloro i quali possano accedere al sapere e coloro i quali non possano farlo, porta esclusivamente

  • alla perdita di volontà da parte di tanti ragazzi che, scoraggiati per non aver superato il test, rinunciano ai propri sogni
  • e alla concentrazione di iscritti in Corsi di Laurea che spesso vengono scelti per ripiego.

UniPegaso: modello all’avanguardia dal 2006


L’UniPegaso reagisce a questo trend di chiusura del sapere promuovendo l’importanza di una formazione che sia alla portata di tutti.

Con il suo metodo democratico ed inclusivo UniPegaso offre a tutti la possibilità di  studiare e perseguire i propri obiettivi.

Corsi di Laurea, i Master e i Corsi online fanno sì che si possa sul serio studiare dove e quando si vuole, eliminando così le distanze territoriali, ancora un problema per numerose famiglie costrette a dover sostentare i figli fuori sede.

La retta più bassa d’Italia, garantita anche grazie alle agevolazioni economiche per i più giovani, la cosiddetta Futuro Sicuro, e le numerose convenzioni con enti e associazioni, tra cui Poste Italiane e Forze Armate, permette non solo ai giovani studenti ma anche ai professionisti di potersi formare.

La valutazione della carriera universitaria pregressa e del proprio curriculum vitae permette a coloro i quali abbiano sospeso gli studi di riprenderli in serenità.

Tutti i Corsi di Laurea Pegaso sono inoltre e soprattutto accessibili senza la necessità del superamento di un esame, così come invece accade nel resto degli Atenei italiani.

Il Corso di Laurea in Scienze motorie, per esempio, che vanta da noi numerosissimi iscritti, è a numero chiuso nella maggior parte delle Università d’Italia mentre UniPegaso non limita l’accesso tramite alcuna prova preliminare.

Per di più è di recentissima pubblicazione il nuovo indirizzo dello stesso Corso, in ambito bio-sanitario, novità assoluta e naturalmente aperto a tutti.

La mission è dunque quella di affermare il principio democratico del diritto allo studio per tutti e garantire una formazione di base e specialistica senza alcun vincolo.

 

D.R. Bianchi, Social Media Manager c/o la Startup innovativa e Web Agency Urban Labs.
Azienda? Professionista? Affidati a noi per il Tuo Brand, contattaci ora

Leave a Reply

Your email address will not be published.